UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI

Dipartimento di Studi Umanistici
Corso di Formazione e Aggiornamento
Il curricolo della Philosophy for Children Aspetti teorici e metodologici
 
     



Graduatoria degli ammessi al corso di formazione e aggiornamento in "Il curricolo della Philosophy for Children come progetto educativo. Aspetti teorici e metodologici" A.A. 2015-2016.

g

 
     

Philosophy for Children è un progetto educativo creato alla metà degli anni ’70 dal filosofo e pedagogista Matthew Lipman (1922-2010), diffuso in tutto il mondo. La matrice pedagogica del progetto è deweyana e si basa sul riconoscimento della valenza educativa dell’esperienza della indagine filosofica intesa come rigorosa pratica di indagine dei campi dell’esperienza umana nelle sue dimensioni estetiche, etiche, logiche. Presupposto psico-pedagogico è che la pratica del filosofare consenta di sviluppare, sin dall'infanzia, le abilità:

di ragionare;
di formare concetti;
di indagare il significato dei problemi;
e promuova le disposizioni a investigare il senso delle idées reçues e delle assunzioni date per scontate;
ad analizzare le argomentazioni proprie ed altrui al fine di scoprirne le fallacie;
a dialogare con gli altri, imparando a collocarsi nell’altrui punto di vista e a cooperarare alla ricerca comune del significato dell’esperienza;
a sforzarsi di regolare il proprio comportamento sugli ideali di giustizia, bellezza, verità.

A questo fine la Philosophy for Children dispone di un curricolo ben strutturato, validato da una sperimentazione ormai pluridecennale, diffuso e riconosciuto a livello internazionale (centri che sperimentano e sviluppano il curricolo della Philosophy for Children hanno sede in istituzioni accademiche e non in oltre 60 Paesi e dalla fine degli anni ’90 la Division of Philosophy dell’UNESCO sostiene il programma).
Il setting educativo della Philosophy for Children è la comunità di ricerca: non si fa ricerca filosofica da soli, ma si indaga con altri attraverso la discussione critico-argomentativa che consente di co-costruire percorsi di indagine sulle dimensioni filosofiche dell’esperienza di bambini, adolescenti, adulti.
Si tratta di un processo che non può essere direzionato, ma solo facilitato da un formatore che abbia acquisito specifiche conoscenze e competenze psico-pedagogiche, filosofiche e didattiche.
Il corso di formazione ed aggiornamento professionale “Il curricolo della Philosophy for Children come progetto educativo.
Aspetti teorici e metodologici” intende offrire ad insegnanti operanti nei diversi gradi del percorso scolastico gli strumenti metodologici e didattici per introdurre all’interno dell’offerta formativa curricolare un percorso dedicato all’educazione del pensiero, basato sull’appropriazione partecipata della metodologia dell’indagine filosofica, intesa come matrice del pensiero riflessivo, attraverso il modello della “comunità di ricerca filosofica”.
Questa metodologia può rappresentare un significativo riferimento metodologico anche per i diversi contenuti curriculari (matematica, fisica, scienze, lettere…).
Al contempo il corso si rivolge ad educatori e laureati che vogliano implementare le proprie esperienze formative e che intendono acquisire competenze metodologico-didattiche nell’uso del modello della Community of Inquiry  (comunità di ricerca).
Possibili attività applicative Attività didattico/educativa nelle classi  presso scuole pubbliche e private Attività di animazione di comunità di ricerca filosofica presso biblioteche, centri sociali, centri di educativa territoriale e di apprendimento permamente, comunità di recupero, ludoteche Attività didattico/educativa e di animazione nell’ambito di progetti nazionali ed internazionali